Ron Carter (Maestro del jazz della NEA)

A proposito di Ron Carter

ALBUM SU ARKADIA RECORDS

Ron Carter & Art Farmer: Live from Sweet Basil (con Cedar Walton e Billy Higgins – Vinile

Ron Carter & Art Farmer: Live from Sweet Basil (con Cedar Walton e Billy Higgins) – CD e DVID

Trio di Herbie Hancock: Uragano! (con Ron Carter e Billy Cobham)

Il maestro del jazz della NEA Ron Carter è tra i bassisti più originali, prolifici e influenti del jazz. Ha registrato oltre 2200 album e, essendo il bassista più registrato della storia, ha un Guinness dei primati a dimostrarlo! Nel corso dei suoi 60 anni di carriera, ha registrato con molte leggende del jazz come Lena Horne, Bill Evans, BB King, Dexter Gordon, Wes Montgomery, Bobby Timmons, Eric Dolphy, Cannonball Adderley e altri. Dal 1963 al 1968 è stato membro dell'acclamato Miles Davis Quintet. Dopo aver lasciato il quintetto ha intrapreso una prolifica carriera freelance durata 50 anni che ha abbracciato generi musicali molto diversi e continua ancora oggi. Ha registrato con Aretha Franklin ed è apparso nell'album hip-hop seminale Low End Theory with a Tribe Called Quest.

Ron Carter nel Jazz

Nel corso dei suoi 60 anni di carriera, Ron Carter ha registrato con molti dei grandi del jazz come Lena Horne, Bill Evans, BB King, Dexter Gordon, Wes Montgomery, Bobby Timmons, Eric Dolphy, Cannonball Adderley e Jaki Byard. Può essere ascoltato in molti dischi jazz iconici degli anni '60 e '70 come Non parlare male, Viaggio inaugurale, Argilla rossa, Parla come un bambino, Nefertiti e Miles sorride.

Ron Carter ha iniziato il suo viaggio musicale imparando a suonare il violoncello, all'età di 10 anni. Uno dei tanti studenti che aspiravano a diventare musicisti nelle scuole pubbliche di Detroit, è passato al basso alla Cass Tech High School. Studiò alla Eastman School of Music di Rochester, New York, e alla fine si trasferì a New York City, dove conseguì il master in Musica presso la Manhattan School of Music nel 1961.

Carter si trasferì a New York e suonò nel quintetto di Chico Hamilton con Eric Dolphy, mentre si iscriveva anche alla Manhattan School of Music. Dopo che Hamilton tornò sulla costa occidentale nel 1960, Carter rimase a New York e suonò con Dolphy e Don Ellis, incidendo con loro i suoi primi dischi. Lavorò con Randy Weston e Thelonious Monk, mentre suonava e registrava con Jaki Byard nei primi anni '60. Carter è stato anche in tour e ha registrato con il Trio di Bobby Timmons e ha suonato con i Cannonball Adderley. Si unì al gruppo di Art Farmer per un breve periodo nel 1963. Negli anni '60, Carter emerse come una figura di spicco nella scena jazz, in particolare come membro del Second Great Miles Davis Quintet, insieme a Herbie Hancock, Tony Williams e Wayne Shorter. La sua collaborazione con Davis durante questo periodo ha prodotto alcune delle registrazioni jazz più innovative e influenti di tutti i tempi.

00143 Ron Carter plays smile bw GOOD

Ron Carter come leader

Ron Carter guidava le sue band dall'inizio degli anni '70. Carter ha anche contribuito con molti arrangiamenti e composizioni sia ai suoi gruppi che ad altre band. Ha effettuato registrazioni in duo con Cedar Walton o Jim Hall. Carter ha registrato per Embryo/Atlantic, CTI, Milestone, Timeless, EmArcy, Galaxy, Elektra e Concord, per poi approdare alla Blue Note per LP inclusi quelli del 1997. Io e il basso, So What del 1998e 1999 Orfeu. Quando i cieli sono grigi emerse all'inizio del 2001, seguito un anno dopo da Polvere di stelle, Il tributo di Carter al defunto bassista Oscar Pettiford. Nel 2006 è stato pubblicato un altro album tributo, Caro Miles, dedicato a Miles Davis, sempre su Blue Note.

Carter continua a fare tournée in tutto il mondo con i suoi vari gruppi. Il Golden Striker Carter Trio, il Foursight quartet, il Ron Carter Nonet e la Great Big Band di Ron Carter.

Ron Carter nell'età moderna

Tra la fine degli anni '90 e l'inizio degli anni 2000, Ron Carter ha continuato a sperimentare stili e generi musicali. Ha contribuito all'album influente del gruppo hip hop alternativo A Tribe Called Quest La teoria della fascia bassa. È anche apparso come membro del combo jazz Classical Jazz Quartet. Nel 1994, Carter apparve nella compilation della Red Hot Organization, Momenti rubati: roventi e fantasticiL'album, destinato a sensibilizzare e raccogliere fondi a sostegno dell'epidemia di AIDS nei confronti della comunità afroamericana, è stato acclamato come “Album dell'anno” da TEMPO rivista.

Nel maggio 2022, Carter ha festeggiato il suo compleanno pubblicando un NPR Tiny Desk Concert registrato al Blue Note Jazz Club con Russell Malone e Donald Vega.

Carter continua a registrare come sideman, apparendo più recentemente nell'album del 2023 di Daniele Cordisco Testa amara.

Nel 1998 Ron Carter è stato premiato come NEA Jazz Master. Nel 2012 è stato inserito nella DownBeat Jazz Hall of Fame.

Ron Carter come educatore

Carter ha tenuto conferenze, diretto e si è esibito in cliniche e corsi di perfezionamento, insegnando gruppi jazz e insegnando il business della musica in numerose università. È stato direttore artistico del Thelonious Monk Institute of Jazz Studies mentre si trovava a Boston e, dopo 18 anni alla facoltà del Dipartimento di Musica del City College di New York, è ora Distinguished Professor Emeritus. Ha insegnato anche alla Juilliard School e alla Manhattan School of Music.

Carter ha conseguito sette dottorati onorari; Manhattan School of Music (1998), Conservatorio di musica del New England (1999), Berklee (2005), Università di Rochester (2010), Università del Michigan (2016), Juilliard (2018), Clark University (2023).

Nel 2002 ha ricevuto il prestigioso Hutchinson Award dalla Eastman School dell'Università di Rochester.

Nel 2021 ha ricevuto il Satchmo Award dalla Louis Armstrong Foundation per il suo contributo duraturo al jazz come educatore.

Ron Carter nel cinema

Oltre ad aver composto la colonna sonora e ad arrangiare la musica per molti film, inclusi alcuni progetti per il Public Broadcasting System, Carter ha composto musica per Un raduno di vecchi, con Lou Gosset Jr., La passione di Beatrice diretto da Bertrand Tavernier, e Fede cieca interpretato da Courtney B. Vance.

Nel 2022 la PBS ha presentato in anteprima il lungometraggio documentario di Carter's Life and Legend - Finding the Right Notes. Molti documentari sul jazz presentano il Maestro per il suo indelebile contributo al genere, incluso quello di Ken Burns. Jazz, Nascita del freddo su Miles Davis, Dev'essere Schwing: La storia della nota blu. È apparso anche nei panni di se stesso nella serie di successo della HBO Treme ed è stato il bassista delle colonne sonore di Cime gemelle e Uccello.

Ron Carter con Arkadia Records

Ron Carter ha registrato numerosi album con la Arkadia Records.

L'ultima aggiunta è Ron Carter & Art Farmer: Live from Sweet Basil (con Cedar Walton e Billy Higgins). Quattro dei musicisti più rispettati al mondo, tutti premiati come NEA Jazz Masters, si riuniscono per una memorabile notte di jazz nel 1990... dal vivo dallo Sweet Basil di New York, uno dei jazz club più prestigiosi e storici del mondo! Questa produzione all'avanguardia segna la prima volta che questi leggendari musicisti suonano insieme sullo stesso palco. La registrazione è disponibile su Vinile, cd e DVD.


Ron Carter appare anche in questi album:

71903 | 72330 | 72329 | 70746 | 70744

it_ITItalian
Arkadia Records Logo popup

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime uscite, playlist e contenuti video Jazz esclusivi. Niente spam, solo esclusive Jazz dal nostro catalogo.

Ti sei iscritto con successo!