GARY PEACOCK e Bill FRISELL: Proprio così accade

Catalogo# 7710052

UPC# 782737100528

 

Gary Pavone: Basso;

Bill Frisell: chitarre

 

Ascolta sul tuo servizio di streaming preferito.

ASCOLTA QUI

…un duetto avvincente… …per la sua ricchezza di inquietante empatia, dosi generose di possibilità e musicalità cruda, “Just So Happens” è uno dei migliori album jazz dell'anno.” – Jazziz

Abbinando due leggende del Jazz e della musica, questo album di Cartoline, "Gary Peacock e Bill Frisell: succede proprio così", presenta l'affascinante combinazione del celebre bassista Gary Peacock con l'eclettico guru della chitarra Bill Frisell. Insieme, il duo costruisce composizioni originali, suona una versione toccante e toccante di “Buongiorno angoscia”, e sorprendere l'ascoltatore con le loro nuove interpretazioni di due brani tradizionali americani, “Casa sulla gamma” e “Valle del fiume Rosso”. “Succede proprio così” presenta anche Peacock che suona il basso con l'arco per la prima volta in una registrazione dal suo lavoro con Albert Ayler negli anni '60.Gary Peacock bass GOODBill Frisell Live

4 STELLE! …Peacock si trasforma in una performance magistrale, sempre musicale, e il suo tono caldo e legnoso [viene registrato] con presenza e profondità eccezionali.” – Down Beat Magazine

Uno dei bassisti più inclini alla melodia del Jazz, Gary Peacock è diventato una figura rinomata nel Jazz eseguendo i suoi suoni di basso audaci, caldi ma grandi, fluidi ma pensierosi insieme a musicisti famosi come Bill Evans, Miles Davis, Ornette Coleman, e Keith Jarrett. Il suo collaboratore per questa spedizione musicale è il famoso chitarrista Bill Frisell. Che si tratti di esibirsi con i classici standard Jazz con Elvis Costello o di riflessioni e astrazioni ambientali insieme a John Zorn, lo stile di Bill Frisell è incontenibile. La sua fantastica tecnica e la capacità di controllare i timbri e le armoniche del suo strumento creano un suono sorprendentemente originale che trascende i vincoli di stile, rendendo riconoscibili le risonanze della sua chitarra sia che stia suonando musica Jazz, Folk, World o Rock.

Frisell ha solo un talento per trarre i suoni più invitanti dallo strumento e le abilità compositive per metterli nell'ordine giusto. Combina una gioventù del Colorado dedita al soul e al C&W con una solida formazione jazz, aiutata da una residenza decennale nel cuore della scena avant di New York, moltiplicata per un fattore divertente di X (ha composto le musiche dei film di Buster Keaton) e hai un ricetta dannatamente vicino alla perfezione." - Lo specchio

Per questo CD Cartoline, "Gary Peacock e Bill Frisell: succede proprio così", Bill Frisell, che suona sia la chitarra acustica che elettrica nella registrazione, e il gigante dei bassi Gary Peacock creano un album fantasioso che, pur rispettando e riflettendo allo stesso tempo l'influenza del Jazz, costruisce anche una nuova musica che si spinge oltre i suoi confini tradizionali. In breve, la registrazione è una magica collaborazione tra due artisti sorprendenti.

Selezione della canzone:

1. Solo ora Gary Peacock/Bill Frisell 4:40
2. In Walked Po Gary Peacock/Bill Frisell 6:14
3. Sogno di Wapitis Gary Peacock/Bill Frisell 3:21
4. Casa sulla gamma I Tradizionale 3:30
5. Casa sulla gamma II Tradizionale 5:05
6. Attraverso un lucernario Gary Peacock/Bill Frisell 2:53
7. Red River Valley (basso solista) Tradizionale 3:01
8. Reciprocità Gary Pavone 4:34
9. Buongiorno, angoscia Irene Higginbottom e Erving Drake 5:25
10. NOMB Gary Pavone 19:39
11. Proprio così accade Gary Peacock/Bill Frisell 7:54

Gary Pavone: Basso
Bill Frisell: chitarre

Prodotto da: Ralph Simon
Produttore esecutivo: Sibyl R. Golden
Tempo totale: 52:30 minuti

Cosa dicono i critici:

L'abbinamento di Bill Frisell e Gary Peacock è una vera delizia poiché le loro rispettive carriere nel jazz e oltre sono ben documentate. Il tono legnoso profondo e risonante di Peacock insieme alle invenzioni a volte cosmiche di Frisell funzionano molto bene in questo ambiente. Pezzi come "Solo ora" e 'Nel Po camminato' stanno impegnando incursioni in dialoghi fantasiosi, brevi affermazioni frastagliate e articolazioni intelligenti. Il duo spesso suona come se stessero mettendo insieme un puzzle da zero! La loro interpretazione del classico americano “Casa sulla gamma” è spesso blues nell'ambito ma con la tecnica sorprendente di Frisell e il fraseggio socievole, - la melodia si evolve in un etereo paesaggio onirico. Sopra "Reciprocità" Peacock mostra la sua imponente presenza mentre gli arazzi intrecciati di colori tonali di Frisell offrono eleganza e contrastano bene con le abili dichiarazioni di nota singola di Peacock. Frisell prende la chitarra acustica sulla schiena rilassata “Buongiorno angoscia” mentre prevalgono immagini vivide “Succede proprio così”. In tutto, Frisell e Peacock lo mettono in gioco tramite semplice eleganza, finezza e improvvisazione di prim'ordine anche se la maggior parte di queste composizioni è strutturata ma mantiene un'atmosfera rilassata e rilassata. Consigliato – 3,5 stelle.

Tutte le versioni di "Postcards" presentano una qualità del suono audiofila poiché Arkadia cerca di continuare la tradizione con nuove uscite e ristampe di catalogo posteriore come “Succede proprio così” e altri." – Glenn Astarita, allaboutjazz.com

Per oltre dieci anni Bill Frisell è stato tranquillamente la voce più brillante e unica che si è presentata nella chitarra jazz dai tempi di Wes Montgomery. Alla luce di ciò, può essere facile trascurare il fatto che potrebbe essere anche uno dei più promettenti compositori di musica americana della scena attuale.” – Stereofilo

Bill Frisell è il Clark Kent della chitarra elettrica. Pacato e schivo nella conversazione, apparentemente respira a pieni polmoni il fuoco crudo quando si allaccia la sua (chitarra)... La sua musica non è quella che viene tipicamente chiamata jazz, anche se si basa sull'improvvisazione; non è rock'n roll; e di sicuro non è quel dinosauro stanco chiamato fusione. In uno dei più grandi balzi di immaginazione dai tempi degli Yardbirds e di Jimi Hendrix, Frisell convince e sbatte la sua ascia in bilico per dare forma alle cose a venire... Ma oltre ad essere un genio della chitarra, si è trasformato in un fantastico cantautore. Come Monk, le idee armoniche e melodiche di Frisell formano una rete succinta e senza soluzione di continuità con le idee sonore e ritmiche esterne sulla sua ascia." - Rotazione

Questa parentela musicale con Miles Davis è stata citata più volte dalla stampa musicale, Il newyorkese Appunti:

Bill Frisell suona la chitarra come Miles Davis suonava la tromba: nelle mani di pensatori così radicali, i loro strumenti diventano semplicemente animali diversi. E, come Davis, Frisell ama avere molto spazio per le gambe quando improvvisa: lo spazio che terrorizza gli altri gli fa salire il sangue”. – Il New Yorker

A proposito di Gary Peacock:

Il bassista Gary Peacock ha svolto un ruolo importante nello sviluppo del jazz d'avanguardia. Ha lavorato con artisti del calibro di Miles Davis, Bill Evans, Albert Ayler, Don Cherry, Barney Kessel, Don Ellis, Terry Gibbs, Shorty Rogers, il Paul Bley Trio, Jimmy Giuffre, Roland Kirk e George Russell, tra gli altri. La sua produzione registrata è enorme: la sola ECM Records elenca trenta CD in cui è presente. Ha collaborato spesso con Ralph Towner in formato duetto, e dalla fine degli anni '70 ha suonato e registrato in un trio di fama mondiale con Keith Jarrett e Jack DeJohnette.

La carriera musicale di Peacock ha infatti attraversato molti stili musicali e decenni. Nato in Idaho, Peacock ha iniziato a fare sul serio con la musica all'età di 13 anni e ha suonato la batteria e il pianoforte prima di riconoscere il basso acustico come il suo vero strumento. Dal 1957, ha suonato e registrato con luminari del jazz sia "mainstream" che "avant-garde", tra cui Art Pepper, Dexter Gordon, Miles Davis, Sonny Rollins, Bill Evans, Albert Ayler, Paul Bley, Jimmy Giuffre, Jan Garbarek, Tony Williams, Wayne Shorter, Keith Jarrett, e Herbie Hancock. Si è anche avventurato nella world music, registrando con entrambi i chitarristi Laurendo Almeida e sitarista Ravi Shankar.

A partire dal premio “New Star” di Down Beat nel 1963, Peacock ha ricevuto molti riconoscimenti dalla critica nel corso degli anni. Più di recente, il suo Trio di standard registrazioni con Keith Jarrett e Jack DeJohnette hanno ottenuto diverse nomination e premi ai Grammy in Francia, Giappone e Germania.

Insegnante, compositore e performer, Peacock ha sviluppato il Music Theory and Harmony Program al Cornish College di Seattle. Attualmente offre workshop e masterclass in tutto il mondo, incluso un recente progetto alla Royal Academy of Music di Londra.

Informazioni su Bill Frisell:

La carriera di Bill Frisell come chitarrista e compositore ha attraversato più di 40 anni e molte registrazioni celebri, il cui catalogo è stato citato da Downbeat come “la migliore produzione registrata del decennio.”

Frisell ha fatto molta pratica nel mettere un concetto elevato in un pacchetto umile. A lungo acclamato come uno dei chitarristi improvvisatori più caratteristici e originali del nostro tempo, si è anche guadagnato la reputazione di creare connessioni tematiche con la sua musica... C'è un motivo se Jazz at Lincoln Center gli ha fatto programmare una serie chiamata Roots of Americana. - New York Times

Riconosciuto come uno dei 21 artisti performativi più vitali e produttivi d'America, Frisell è stato nominato Doris Duke Artist inaugurale nel 2012. Ha anche ricevuto sovvenzioni dagli artisti degli Stati Uniti, Meet the Composer tra gli altri. Nel 2016, è stato uno dei beneficiari della prima commissione di composizione FreshGrass per preservare e supportare la musica di base innovativa.

Dopo l'apertura dei San Francisco Jazz nel 2013, è stato uno dei loro direttori artistici residenti. Bill è anche oggetto di un film documentario della regista Emma Franz, intitolato “Bill Frisell: un ritratto”, che approfondisce il suo processo creativo.

Nel corso degli anni, Frisell ha contribuito al lavoro di collaboratori come Paul Motian, John Zorn, Elvis Costello, Ginger Baker, The Los Angeles Philharmonic, Suzanne Vega, Loudon Wainwright III, Van Dyke Parks, Vic Chesnutt, Rickie, Lee Jones, Ron Sexsmith, Vinicius Cantuária, Marc Johnson (in "Desideri bassi"), Ronald Shannon Jackson e Melvin Gibbs (in "Utensili elettrici"), Marianne Faithful, John Scofield, Jan Garbarek, Lyle Mays, Vernon Reid, Julius Hemphill, Paul Bley, Wayne Horvitz, Hal Willner, Robin Holcomb, Rinde Eckert, The Frankfurt Ballet, il regista Gus Van Sant, David Sanborn, David Sylvian , Petra Haden e numerosi altri, tra cui Bono, Brian Eno, Jon Hassell e Daniel Lanois nella colonna sonora del film di Wim Wenders “Hotel da un milione di dollari”.

it_ITItalian
Arkadia Records Logo popup

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime uscite, playlist e contenuti video Jazz esclusivi. Niente spam, solo esclusive Jazz dal nostro catalogo.

Ti sei iscritto con successo!