JOHN CLARK: Lo farò

Catalogo# 7710162

UPC# 782737101624

John Clark: Corno francese; Stanton Davis: Tromba;

Bruce Ditmas: Batteria; Alex Foster: sax;

Ryo Kawasaki: Chitarra; Pietro Levi: Tastiera del computer;

Mike Richmond: Basso; Dave Taylor: Trombone e trombone basso;

Trevor Clark: Sitar; Chris Hunter: Flauto e sax contralto;

Howard Johnson: Clarinetto basso; Bob Stewart: Tuba

 

Ascolta sul tuo servizio di streaming preferito.

ASCOLTA QUI

In questo album di Postcards Records, "John Clark: lo farò", John Clark dimostra ad alta voce, chiaramente e magnificamente perché non è solo un brillante compositore, improvvisatore e orchestratore jazz, ma il corno francese di prima scelta di musicisti leggendari come Gil Evans, Billy Joel, BB King, McCoy Tyner, Sting, e innumerevoli altri. La musica comprende arrangiamenti di quintetti orchestrali e interazioni di piccoli gruppi. Come sempre, il genio musicale di John Clark brilla però, provocando l'introspezione personale tra ascoltatori e critici persi nella profondità del suo modo caratteristico.

4 stelle. ...comando di uno strumento ostile che parla una lingua solista raramente ascoltata nel jazz... [Clark] si pone obiettivi ambiziosi... Mostra le sue doti come solista, compositore, orchestratore e istigatore... Imposta ogni scena e i suoi assoli sono rivelatori.” – Down Beat Magazine

Clark ha evocato un set volubile ed emozionante. Il CD va dal punto di vista musicale, dall'incantevole e piacevole title track. …a un'interpretazione esuberante di “Airegin” di Sonny Rollins e di “My One and Only Love” profondamente pieno di sentimento” – Jazziz Magazine

La musica dell'album varia dalla resa difficile di di John Coltrane "India" e l'umorismo di "Cattivo atteggiamento", che mette in mostra la profonda anima ritmica e armonica di Clark, a ballate appassionate come la title track, "Lo farò". Con questa versione del CD del Etichetta per cartoline, intitolato "John Clark: lo farò" il maestro del French Horn Jazz mette in mostra il suo assolo intuitivo e viscerale, così come il suo gusto eclettico e le sue doti armoniose come musicista, leader e compositore di una musica felicemente sfrenata dalla definizione stilistica.

Critic's Choice “Questo nuovo set del jazzista progressivo John Clark riafferma il suo talento distintivo e coinvolgente e non solo nel campo un po' ristretto dei suonatori di corno francese jazz." - Tabellone

Selezione della canzone:

 

1. India John Coltrane 7:21
Sonata della 96a strada:
2. Casilda
3. Mellow Max
4. Re Bert5. Il mio unico amore Guy B. Wood/Robert Mellin
4:40
1:53
3:436:54
6. Cattivo atteggiamento 7:15
7. Ora inizi 3:14
8. Airegin 3:03
9. Lo farò 11:05
10. Sorella EMC 5:07

Tutte le composizioni di: John Clark

John Clark: Corno francese
Trevor Clark: Sitar (1)
Stanton Davis: Tromba (1, 6, 7 e 9)
Bruce Ditmas: Batteria (1, 2, 4, 5, 6, 8 e 9)
Alex Foster: Sax (1, 2, 3, 4, 6 e 9)
Chris Hunter: Flauto e sax contralto (1 e 9)
Howard Johnson: Clarinetto basso (1 e 9)
Ryo Kawasaki: Chitarra (1, 5, 6 e 9)
Pietro Levi: Tastiera (1, 2, 4, 5, 6, 9 e 10)
Mike Richmond: Basso
Bob Stewart: Tuba (8)
Dave Taylor: Trombone e trombone basso (1, 6, 7 e 9)

Prodotto da: Ralph Simon
Produttore esecutivo: Sibyl R. Golden
Tempo totale: 54:15 minuti

Cosa dicono i critici:

John Clark.. mostra qui la sua padronanza del corno in ambienti fantasiosi e vari... suoni ricchi... L'alto lustro di queste registrazioni è molto più di una semplice illusione di profondità.” – JazzTimes Magazine

“Nel suo quarto album come leader, il corno francese John Clark mette in mostra il suo talento come compositore e arrangiatore per un ensemble a rotazione composto da un massimo di undici musicisti, tra cui Alex Foster al sassofono, Ryo Kawasaki alla chitarra e Howard Johnson al clarinetto basso. L'eclettica formazione si fa strada attraverso cinque originali Clark e tre standard, tra cui una travolgente e numerosa interpretazione di John Coltrane di John Coltrane. "India", che si apre, opportunamente, con un sitar. Le composizioni di Clark spaziano da duetti e trii liberamente improvvisati a pezzi più intricati orchestrati per gruppi più grandi. L'ensemble che suona in tutto l'album è sempre interessante e spesso ispirato". – Joel Roberts, AllMusic

A proposito di John Clark:

John Clark è descritto come "forse il solista jazz di corno francese più fluente dal grande Julius Watkins negli anni '50. Per quattro anni è stato il vincitore del Down Beat Jazz Critics' Poll.

John Clark è nato a Brooklyn ed è cresciuto a Rochester, New York. Nel 1966 ha conseguito un BA presso l'Università di Rochester, dove ha anche studiato corno francese con Verne Reynolds alla Eastman School of Music. Dal 1967 al 1971 ha suonato nella United States Coast Guard Band. Clark ha conseguito una laurea in MM (con lode) presso il New England Conservatory of Music nel 1973. Ha studiato composizione e improvvisazione con Jaki Byard, Ran Blake e George Russell. Ha insegnato alla SUNY Purchase dal 2001 al 2008, passando successivamente alla facoltà della Manhattan School of Music.

Clark si è esibito o registrato con un'ampia varietà di musicisti, incluso nel jazz: Gary Bartz, Carla Bley, Ornette Coleman, Gil Evans, John Faddis, Johnny Griffin, Dave Grusin, Jim Hall, Jimmy Heath, Leroy Jenkins, Joe Lovano, Pat Metheny, Gerry Mulligan, Jaco Pastorius, Rachel Z, Paquito d'Rivera, John Scofield, Frank Sinatra, Lew Soloff, Spyro Gyra, Toots Thielemans, McCoy Tyner e la Jazz at Lincoln Center Orchestra.

Al di fuori del jazz, ha lavorato con l'Aspen Wind Quintet, Ashford e Simpson, la Brooklyn Philharmonic, i Fugees, Isaac Hayes, Billy Joel, BB King, LL Cool J, Joni Mitchell, Linda Ronstadt, Diana Ross, Carly Simon e Puntura.

it_ITItalian
Arkadia Records Logo popup

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime uscite, playlist e contenuti video Jazz esclusivi. Niente spam, solo esclusive Jazz dal nostro catalogo.

Ti sei iscritto con successo!